Archivi categoria: Frammenti

Buongiorno e buon 1° agosto!

Buongiorno e buon 1° agosto!.

Annunci

Nathalie Giannitrapani – In punta di piedi

Erano pezzi di vetro
sparsi sul nostro cammino
le nostre difese
lasciate sospese

Fluida acqua che scorre
i nodi miei già si sciolgono
come neve d’estate
ma ti guardo tornare
su letti di spine
le nostre parole
lontane dal cuore
le nostre paure
immotivate, congelate

L’amore con te è come camminare
in punta di piedi
senza potermi fermare
ma sento il tuo calore forte
negli angoli bui delle mie stanze gelate
appesa al tuo respiro
mi vedo cadere
per poi tornare e sentirmi felice

Ma la tensione
che sento verso il tuo respiro
mi distoglie dal pensiero
di tutto ciò che è andato perso
e credo a volte di voler riparare
di poter ricostruire
tutto nuovo, un pò diverso

Ma sento il tuo calore forte
negli angoli bui delle mie stanze gelate
appesa al tuo respiro
mi vedo cadere
per poi tornare e sentirmi felice

Mi fermo di fronte al tuo viso
tu che dormi disteso e non sai
di poterti affidare
di poterti fidare
di me

Puoi fidarti di me…

 

<> – Negramaro


“avevo chiamato a casa tua prima di partire; nel caso non fossi più tornato, ma alla fine non mi hanno voluto neanche i birmani e quindi rieccomi! Ti chiamo a casa, fammi uno squillo quando posso. ”

Prima di rispondere mi accesi una sigaretta;
“ciao!”, il mio cuore fece un balzo… indicibile l’effetto che ancora mi fa la sua voce dopo tanti anni. Dopo pochi attimi mi accorsi che stava fumando anche lui, conoscendolo, doveva averla accesa poco prima di comporre il numero. Uno scambio di poche parole giusto per riprendere un po’ di confidenza ed iniziò a raccontarmi del suo viaggio, un viaggio dove non ci si può fermare per guardare indietro ne tantomeno voltarsi per ripercorrere i stessi passi…

“Le cose più importanti sono le più difficili da dire. Sono quelle di cui ci si vergogna, poiché le parole le immiseriscono – le parole rimpiccioliscono cose che finché erano nella vostra testa sembravano sconfinate, e le riducono a non più che a grandezza naturale quando vengono portate fuori. Ma è più che questo, vero? Le cose più importanti giacciono troppo vicine al punto dov’è sepolto il vostro cuore segreto, come segnali lasciati per ritrovare un tesoro che i vostri nemici sarebbero felicissimi di portare via. E potreste fare rivelazioni che vi costano per poi scoprire che la gente vi guarda strano, senza capire affatto quello che avete detto, senza capire perché vi sembrava tanto importante da piangere quasi mentre lo dicevate. Questa è la cosa peggiore, secondo me. Quando il segreto rimane chiuso dentro non per mancanza di uno che lo racconti ma per mancanza di un orecchio che sappia ascoltare.”
-Stephen King

Photo by Me